MERCEDES BENZ – La Stella investe a Wörth 70 milioni di euro nello sviluppo dei truck di oggi e di domani

Mercedes-Benz Trucks ha posto un’importante pietra miliare e l’evento è stato festeggiato insieme a numerosi ospiti. A un anno e mezzo dall’inizio ufficiale dei lavori di ampliamento, il nuovo Centro di Ricerca e Sviluppo del Palatinato meridionale è stato inaugurato da Stefan Buchner, Membro del Board di Daimler Truck AG, Responsabile del marchio Mercedes-Benz Trucks e per le regioni Europa ed America Latina, e da Thomas Zwick, Presidente del Consiglio di fabbrica dello stabilimento Mercedes-Benz Wörth; hanno partecipato all’evento anche la signora Malu Dreyer, Ministro Presidente della Renania-Palatinato e Volker Wissing, Ministro dell’economia e dei trasporti del Land.

Nel centro di competenza destinato allo sviluppo dei truck sono stati investiti circa 50 milioni di euro: una parte dell’investimento è stata destinata ad un nuovo padiglione che ospita i banchi di prova per i test sui singoli sistemi e sui veicoli complessivi, mentre un’altra quota è confluita nella realizzazione di un edificio riservato ad uffici e officina. Ulteriori 20 milioni di euro sono confluiti in un modernissimo banco di prova a rulli per truck, che consentirà a Mercedes-Benz Trucks di eseguire approfonditi test in tempo reale. L’impianto è un ulteriore elemento essenziale del Mercedes-Benz Truck Testing Campus ed è stato messo in funzione nel 2019.

Stefan Buchner: “Le nuove possibilità offerte dal Centro di Ricerca e Sviluppo integrano perfettamente le attività della nostra produzione di truck nella sede di Wörth. Con il raggruppamento degli obiettivi di sviluppo, il più grande stabilimento Mercedes-Benz Trucks acquisisce ulteriore importanza ed offre nella regione del Palatinato meridionale posti di lavoro interessanti e sicuri anche a lungo termine”.

Uwe Baake, Responsabile Product Development di Mercedes-Benz Trucks aggiunge: “Il nostro nuovo banco di prova a rulli per truck è uno dei più moderni di tutta Europa. Grazie alla sua precisa simulazione della guida reale, per catene cinematiche sia convenzionali che alternative, abbiamo trasferito i test e le misurazioni dalla strada al padiglione dei test, offrendo così un importante contributo alla sostenibilità ed evitando un inutile impiego delle strade pubbliche”.

Malu Dreyer: “Il governo della Renania-Palatinato è ben consapevole dell’importanza dell’industria automobilistica per l’economia della regione. Questo settore è cresciuto fino a diventare una delle industrie più importanti del Land. Per me e per il mio governo del Land è certo: insieme alle Case costruttrici ed ai cluster di ricerca, vogliamo fare in modo che l’industria dei veicoli industriali operante nel nostro Land si affermi come leader nella rivoluzione digitale”.

Volker Wissing aggiunge: “La Renania-Palatinato sta diventando progressivamente il punto di riferimento per i nuovi sviluppi dell’industria automobilistica. Che si tratti di guida autonoma, nuove modalità di propulsione o superfici all’avanguardia per l’effettuazione dei test – il Land Renania-Palatinato vanta la leadership nel campo delle innovazioni. Gli investimenti effettuati dalle aziende dimostrano che la Renania-Palatinato offre condizioni eccellenti per l’apertura di nuovi stabilimenti. Possiamo guardare al futuro con ottimismo. Il lavoro di sviluppo che viene svolto in questa regione assicurerà alla Renania-Palatinato un ruolo di primo piano nel settore automobilistico anche nel lungo periodo”.

Con la messa in esercizio del Centro di Ricerca e Sviluppo ampliato, a Wörth verranno stabilmente creati oltre 100 interessanti posti di lavoro supplementari. La maggior parte dei posti di lavoro offerti a Wörth sarà rappresentata da nuove figure. Offriamo quindi interessanti possibilità di lavoro, perché nel nostro stabilimento impieghiamo tecnologie non solo ultramoderne, ma perfino avveniristiche”, afferma Thomas Zwick. “I nuovi posti di lavoro sono molto interessanti anche da altri punti di vista: la concezione dei nuovi spazi tiene conto delle attività individuali delle colleghe e dei colleghi e pone al centro le esigenze della persona derivanti dalle sue specifiche attività. È stato attentamente preso in considerazione anche l’aspetto ‘ergonomia della postazione di lavoro’”.

Sviluppo e sperimentazione della guida automatizzata, elettrica e connessa alla rete: il Centro di sviluppo e sperimentazione di Mercedes-Benz Trucks.

Il Centro di Ricerca e Sviluppo (EVZ) è il competence center Mercedes-Benz Trucks dedicato ai lavori di progettazione e svolge un ruolo centrale nello sviluppo e nella sperimentazione della mobilità collegata in rete, automatizzata ed elettrica. A giugno del 2008, l’EVZ è stato volutamente aperto nelle immediate vicinanze dello stabilimento di produzione di Wörth, consentendo così una stretta collaborazione tra i settori sviluppo e produzione. La vicinanza al settore della produzione offre chiari vantaggi, ad esempio sul fronte approvvigionamento e della logistica dei componenti o nella collaborazione con l’officina di preparazione dei lavori (anello di congiunzione fra lo sviluppo e la produzione). Grazie all’accorpamento degli obiettivi di sviluppo nella sede di Wörth, è possibile ottenere significativi effetti sinergici.

L’EVZ dispone di numerosi percorsi per i test drive su terreni accidentati e diverse tipologie di corsie di marcia, che riproducono le strade di tutto il mondo. In questo modo i veicoli sperimentali possono essere testati nelle stesse condizioni presenti ad esempio nel Sud America, nella Corea del Sud, in Africa e, naturalmente, anche in Europa. Nell’EVZ è inoltre presente una pista di rodaggio con angolo di inclinazione fino al 49% per i test di funzionamento. L’EVZ comprende inoltre uffici, officine ed aree assistenza che ospitano anche banchi di prova, ad es. per i test dei componenti per truck.

Dalla strada ai rulli: Mercedes-Benz Trucks esegue diverse tipologie di controllo in modo moderno e sostenibile.

A latere dell’inaugurazione ufficiale, Uwe Baake ha presentato uno dei banchi di prova a rulli per truck più moderni a livello europeo: grazie a questo impianto, oggi Mercedes-Benz è in grado di testare i suoi truck in modo completo, sostenibile ed in tempo reale. Le diverse tipologie di catena cinematica (dalla classica alimentazione a gasolio, passando per i motori a gas ed alle trazioni ibride, fino ai sistemi di propulsione elettrica a batteria ed a celle di combustibile) possono essere testate sul banco di prova, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, in condizioni di marcia che simulano l’impiego reale e possono così essere sviluppate fino all’idoneità alla produzione in serie.

Anziché far viaggiare i veicoli sulle strade pubbliche, i test drive e le relative misurazioni o i cicli di test prescritti di legge vengono automatizzati e riprodotti in modo estremamente preciso nel padiglione dedicato tramite simulazione. A tal fine il truck viene collegato al calcolatore del banco di prova tramite una linea di comando e da qui viene controllato in tutte le funzioni necessarie. Così molte misurazioni complesse relative ai consumi, che prima venivano effettuate esclusivamente su strada, oggi possono essere effettuate sul banco di prova, simulando le stesse condizioni quadro a fronte di una precisione di ripetibilità ancora maggiore. Grazie a questo approccio, Mercedes-Benz Trucks fornisce quindi un contributo rilevante al trasporto sostenibile.

Il banco prova è dotato di un grande soffiatore d’aria che simula la resistenza aerodinamica con una corrente d’aria di oltre 800.000 m³/ora, che corrisponde ad una velocità di flusso massima di 90 km/h. All’interno dell’intera camera dei test, la temperatura può essere impostata a regolazione continua in un campo compreso tra -7°C e +50°C, per riprodurre le condizioni ambientali più estreme.

Sul nuovo banco di prova è possibile far viaggiare diverse tipologie di veicoli, con un massimo di quattro assi motori. Nel padiglione dei test la motrice viene posizionata su quattro tamburi del diametro di tre metri. Su ciascun rullo è presente un grande motore elettrico raffreddato ad acqua, dotato di una potenza di 600 kW. Questi motori elettrici consentono la simulazione di tutte le resistenze all’avanzamento che possono agire dall’esterno sul veicolo nell’esercizio di marcia reale. Tra queste ad esempio la marcia lungo salite estreme a pieno carico, con carico trasportato massimo oppure le frenate su tratti in discesa. Le velocità realizzabili sul banco di prova coprono tutte le velocità massime ammesse sulle autostrade europee.

Lo stabilimento Mercedes-Benz di Wörth

Il più grande stabilimento dedicato al montaggio di truck della Mercedes-Benz Trucks a Wörth am Rhein è stato inaugurato nel 1963 e produce i veicoli industriali Mercedes-Benz Arocs ed Atego e da oltre 20 anni anche Actros, il truck pesante di maggior successo a livello mondiale. A questo stabilimento è affidata anche la produzione dei Mercedes-Benz Special Truck Econic, Unimog e Zetros. Ogni giorno fino a 470 veicoli industriali prodotti secondo le esigenze dei singoli Clienti lasciano le linee dello stabilimento di Wörth. I Clienti di oltre 150 Paesi apprezzano la ‘Quality made in Wörth’. Lo stabilimento sulle sponde del Reno, oltre a essere il centro di competenza di Mercedes-Benz Trucks per la rete di produzione a livello mondiale, vanta oltre 50 anni di esperienza nella produzione CKD (Completely Knocked Down), fornendo a numerosi Paesi d’oltreoceano i kit di montaggio necessari per eseguire in loco l’assemblaggio finale del veicolo – ad oggi sono stati forniti più di 750.000 kit. Con circa 10.300 collaboratori, lo stabilimento Mercedes-Benz di Wörth è la seconda realtà lavorativa nella regione della Renania-Palatinato in termini di posti di lavoro.